Chi sono

Matteo Biffoni, pratese, 39 anni, avvocato, ha vissuto sin da giovanissimo la politica e l’impegno sociale con passione.

Appassionato di musica, tifoso dell’Ac Prato 1908, Matteo Biffoni ha sempre mantenuto vivo l’interesse e l’impegno per l’associazionismo e il volontariato.

Consigliere comunale dal 2004, nel 2012 vince le primarie per i parlamentari per le elezioni politiche del febbraio 2013, arrivando primo e ottenendo l’elezione alla Camera dei Deputati. In Parlamento entra nella delicatissima Commissione Giustizia. Un anno dopo la decisione di candidarsi a Sindaco di Prato.

«Correre per fare il Sindaco della città che ami è un’emozione enorme e l’entusiasmo di tante persone che hanno deciso di sostenermi ne è la conferma. Il Parlamento è un posto bellissimo per fare politica, ti senti un po’ al centro del mondo, ma il mio centro del mondo è questa città, che merita un futuro migliore.»

Lavoro, riqualificazione e partecipazione sono le parole chiave di un programma che punta a far uscire Prato dalla crisi, offrendo sicurezza, rilancio economico e servizi adeguati perché nessuno resti indietro.

Solo puntando in alto e credendoci fino in fondo si possono realizzare i sogni e i progetti che ogni pratese ha per questa città, per se stesso, per i propri figli.

«Teniamoci sempre in contatto, non solo ora in campagna elettorale, ma soprattutto dopo il 25 maggio. Dobbiamo voltare pagina: da qui parte una nuova storia della nostra città, da qui cominciamo a lavorare e a costruire il futuro».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*